sabato 23 febbraio 2013

Un nuovo blog! Devo essere impazzita...

Non so cosa mi abbia preso. Devo essere impazzita.
Ma, davvero, così, su due piedi, ho deciso di aprire un nuovo blog.
Come se occuparmi di  Ho fatto il composto!, il mio piccolo blog che ama l'ambiente e odia i rifiuti, non fosse già più che sufficiente.
La verità è che sentivo l'esigenza di un po' di spazio per un'altra parte di me,  quella che tutti i giorni va a scuola a lavorare.

Quando ero piccola tenevo una specie di diario, che più che un diario era una raccolta di riflessioni e pensieri, un modo per organizzare e chiarire le idee (sono sempre stata una che pensa scrivendo). Quaderni e quaderni di pensieri.
Poi un giorno, durante un'operazione di decluttering esistenziale, ho stracciato e buttato tutto. Mi sembrava di essere diventata grande.

Ma niente è prezioso come la scrittura per mettere ordine nell'anima.
E scrivere un blog non è come scrivere un diario personale chiuso nel cassetto, è molto di più.
Ho pensato (forse sì, in un momento di difficoltà, devo ammetterlo) a quel mondo che riempie la mia mente ogni giorno e che costituisce il mio lavoro.
Ho pensato a quanto mi è servito e mi serve scrivere il mio blog.
E ho deciso di buttarmi.

E dunque, ecco il primo post di quello che forse sarà un blog che si occuperà di scuola.
Pensieri, esperienze, riflessioni. Materiali. Idee. Contributi. Approfondimenti.
Perché a scuola ci si va per imparare.
E scrivere, ragionare, mettere ordine e soprattutto comunicare aiuta a imparare meglio.

Bando poi alla timidezza!
Tanto, come dice il sottotitolo al nome,
un blog sulla scuola non lo legge nessuno